Andrè-Brito

Estasi notturna

Vorrei strisciare
ogni notte
tra le pieghe del tuo corpo.

Come mi piaci, come sei gaia,
di bontà profumata.

Verrò, rapace di artigli affilati
per castigare la tua bellezza,
per aprire ogni tua ferita,
per maledire la tua bocca.

Perdona, cara amica,
l’amore che ti offro.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...